Nuove tecniche implantologiche

19 Mar 2013

Molti pazienti consapevoli di necessitare un intervento di implantologia per rimediare a varie problematiche dentali prima tra cui la mancanza di uno o piu denti, spesso hanno bisogno di ulteriori chiarificazioni riguardo le differenze principali tra tecniche implantologiche tradizionali e quelle innovative.

La distinzione tra le tecniche innovative e tradizionali non consiste nell'applicazione di trattamenti radicalmente diversi ma nella modalita dell'inserimento degli impianti e il numero di sedute necessari per il completamento dell'intervento stesso. Le tecniche moderne si riferiscono soprattutto a pratiche di implantologia denominate all on 4 oppure all on 6. Si tratta di trattamenti implantologici introdotti nell'ambito dell'odontoiatria in tempi recenti e sicuramente di natura meno invasiva in casi di edentulismo totale che prevedono protesi fisse.

Queste nuove tecniche si avvalgono dell'inserimento di soli 4 o 6 impianti in punti strategici dell'arcata dentale ed in una sola seduta. Una volta inseriti gli impianti e possibile posizionare una protesi provvisoria a carico immediato, dando subito risultati sia per quanto riguarda la funzione masticatoria che quella estetica. Dopo il decorso di 3-6 mesi durante i quali si attende la guarigione completa, la protesi provvisoria viene sostituita con quella fissa, garantendo risultati ottimi e soprattutto duraturi nel tempo.

Per quanto riguarda i vantaggi che l'implantologia all on 4 e all on 6 comportano per il paziente, elenchiamo quelli principali tra cui:

- Riduzione dei tempi e delle sedute. L'inserimento degli impianti ed il posizionamento della protesi provvisoria avviene nella stessa giornata.

- Vengono evitati interventi di innesto osseo in quanto gli impianti vanno inseriti nei punti dove l'osso non si riassorbe.

- Si rimedia ad una situazione estrema quale l'edentulismo completo in modo sicuro ed ottimale dal punto di vista masticatorio ed estetico e sopratutto con risultati che durano per periodi lunghissimi.

Va ricordato che purtroppo non tutti i pazienti presentano una situazione medica che permette l'applicazione delle tecniche innovative descritte. Ad esempio, in casi in cui l'osso mandibolare/mascellare presenta carenze dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo, non si potra applicare un trattamento implantologico a carico immediato.Vanno invece indicati tali trattamenti per pazienti con protesi scheletrate e mobili o con gravi problemi di piorrea.

Per qualsiasi ulteriore informazione riguardo alle tecniche implantologiche in generale o per richiedere un consulto, mandateci una email e vi risponderemo subito.